Alla conquista del Giappone con la selezione nazionale a Tokyo

Oltre 30 i panettoni partecipanti per le due categorie: Yasuda Tazumi vince nella categoria Panettone tradizionale e Chikara Uehara per la categoria Panettone al Cioccolato

Tokyo, marzo 2024
È stata una finale emozionante che ha visto una grandissima partecipazione di maestri pasticceri provenienti da tutto il paese, giornalisti e pubblico la tappa in Giappone di Coppa del Mondo del Panettone, che si è svolta a Tokyo lo scorso 28 febbraio. L’evento è stato realizzato in collaborazione con l’Associazione Panettone in Giappone e con il patrocinio di ITA Italian Trade Agency ed ha avuto l’onore di una prestigiosa giuria che ha giudicato i panettoni in gara e decretato i finalisti che rappresenteranno il Giappone alla finale mondiale di Milano a novembre.

Yasuda Tazumi vince nella categoria Panettone tradizionale e Chikara Uehara per la categoria Panettone al Cioccolato.

La giuria era composta da:
Hiroki Sato DONQ CO., LTD Production & Technology Management Division
Tsuyoshi Yamamoto Japan Institute of Baking Baking Technology Division Technical Manager
Yumiko Saimura Piccola Pasticceria (Italia) Chef-proprietario Maestro Pasticcere/Cioccolatiere
Yoshiaki Kaneko Paris S’éveille (Giappone) Chef-proprietario Membro di “Relais Desserts”
Yahei Suzuki Ristorante Piatto Suzuki Chef-proprietario
Luca Fantin Bulgari Il Ristorante Luca Fantin Executive chef
Teresa Barp Italian Trade Agency Trade Promotion Section Embassy of Italy Deputy Head
Emanuela Orighi Accademia Italiana della Cucina – Legazione Tokyo
Gabriele Riva Less (Tokyo) Chef-proprietario
Anna Iele Agricultural and food Attaché Ambasciata d’Italia in Tokyo

Durante la giornata Coppa del Mondo del Panettone ha avuto l’onore di avere come ospite il Maestro Iginio Massari che ha ha spiegato l’affascinate storia del Panettone e gli elementi fondamentali per la perfetta riuscita del dolce nella sua preparazione e lievitazione.

«Il concorso per la Coppa del Mondo del panettone in Giappone – ha spiegato Iginio Massari – rappresenta un ponte di culture importante tra l’Italia e il Giappone, due paesi con tradizioni culinarie ricche e distintive. Mentre in Italia e in Europa il panettone è tradizionalmente associato come produzione dai pasticceri, l’adozione di questa specialità è riservata in Giappone ai panettieri. Rimane comunque un interessante fusione culturale e un’apertura verso le tradizioni gastronomiche internazionali.

La loro maestria e dedizione nella partecipazione dei concorrenti giapponesi a un concorso così prestigioso, non solo dimostra la loro maestria e dedizione nell’apprendere e perfezionare l’arte della panificazione dolciaria italiana, ma sottolinea anche l’universalità del cibo come mezzo di condivisione culturale. L’interesse e l’entusiasmo dimostrati dalla giuria, composta da ottimi professionisti durante la degustazione a Tokyo, confermano il successo di questa integrazione culinaria, riconoscendo al contempo l’eccellenza e l’innovazione dei partecipanti.

Questa selezione positiva non solo eleva il profilo del panettone al di fuori dei suoi confini tradizionali, ma incoraggia anche il dialogo anche un dialogo più ampio tra le culture attraverso il mondo della pasticceria, promuovendo la compressione e l’apprezzamento delle differenze. per i finalisti, il concorso rappresenta un’opportunità unica di mettere in mostra il loro talento e la loro passione per la panificazione, aspirando a conquistare il titolo della Coppa del Mondo del Panettone.

L’evento, quindi, va oltre la semplice competizione di pasticceria, trasformandosi in un vero e proprio scambio culturale che arricchisce sia il Giappone che l’Italia. Il concorso funge da vetrina per l’innovazione e la creatività nel nostro universo, promuovendo al tempo stesso il rispetto e l’ammirazione reciproci tra diverse tradizioni culinarie. Auguro ai finalisti un in bocca al lupo, è un modo italiano per riconoscere il loro impegno e incoraggiare la continua ricerca dell’eccellenza nel campo della panificazione “dolce”, segno dell’unità e della condivisione culturale.»

Il maestro Giuseppe Piffaretti, ideatore di Coppa del Mondo del Panettone spiega «Si è appena conclusa la selezione giapponese che metteva in palio i due posti per volare in finale a Milano nel mese di Novembre. Per il nostro team si è trattato di un esperienza molto positiva . Un particolare ringraziamento alla nostra collaboratrice per il Giappone Kaori Ereditato dell’Associazione Panettone Giappone, che ha organizzato l’evento nei minimi particolari allestendo una giuria di valore mondiale composta da maestri giapponesi ma anche da validi professionisti italiani che operano a Tokyo. Un grazie particolare anche alla nostra Ambasciata italiana a Tokyo per la presenza durante la selezione dell’Ambasciatore Benedetti rappresentato in Giuria da Anna Iele. Grazie a ICE Giappone, rappresentata in giuria Teresa Bart e anche per averci dato l’opportunità di presentare il panettone con degustazione a FOODEX la Fiera agroalimentare più importante dell’Asia.
Nell’ambito del concorso: alla vista i panettoni in gara erano quasi tutti di ottima fattura, buona lievitazione, bella struttura interna. Bisognerà ancora lavorare sulla preparazione del lievito madre, alcuni prodotti hanno presentato qualche problema di acidità, ma siamo sulla buona strada per arrivare tra qualche tempo ad avere un prodotto di qualità superiore anche in Giappone. Personalmente ho incontrato un paese molto ospitale, molto tecnologico ma ancora legato a tradizioni millenarie che non svaniscono nel tempo. Dal punto di vista culinario Tokyo è una città dove la cucina fusion è di casa. Il livello di alcuni ristoranti che abbiamo visitato è molto alto. Concludendo la tappa giapponese è andata oltre ogni nostra rosea previsione. Speriamo di poterci tornare ancora per diffondere la cultura del panettone Made in Italy nel mondo che rimane uno dei punti importanti sui quali è basata la Coppa del Mondo del panettone.»

Martedì 5 marzo il Maestro Giuseppe Piffaretti è stato inviato a tenere una masterclass sul Panettone presso Foodex, la più importante fiera agroalimentare dell’Asia ospite nello spazio di ITA Giappone, dove ha incontrato il Ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida e il Direttore di ICE Matteo Zoppas. Un’occasione per raccontare la storia del lievitato milanese e promuovere la conoscenza dell’eccellenza del Made in Italy.

Le selezioni nei diversi paesi di Coppa del Mondo proseguono: prossima tappa in Perù il prossimo 8 aprile.

I Partner sostenitori del progetto sono: Agrimontana, Molino Dallagiovanna, Corman, Europa ovens, Carma Chocolate, Artecarta, Vanilla Gourmet, Circuito. Main Media Partner Pasticceria Internazionale. Partner: Sigep, Conpait, Cast Alimenti, SMPPC, Apei, Ial Lombardia, Chocolate Academy.

Articolo creato 75

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto